INFO

Nato a Catania Giuseppe Marano scopre la fotografia agli inizi degli studi universitari in comunicazione, al termine dei quali inizia a dedicarsi a tempo pieno alla fotografia.Sin da subito appare chiaro l’interesse per una fotografia di stampo umanisticoDopo i primi anni dedicati agli studi da autodidatta, arrivano i primi  riconoscimenti in diversi contest fotografici, alcuni dei quali internazionali (Fototalentos ’09, Fotocofrade ‘09).Nel 2011 inizia un importante rapporto di collaborazione con la fondazione Fiumara d’Arte, per la realizzazione del Museo dell’Immagine a Librino (CT), progetto nel quale sono coinvolte circa 30.000 persone della città di Catania e che vede anche la partnership del National Geographic Italia.Sempre nel 2011 vince una borsa di studio indetta da Spazio Labò, per la realizzazione di un progetto fotografico a New York. Qui avrà modo di crescere e confrontarsi con la realtà americana e conoscere  fotografi di spicco internazionale come Andrew Sullivan, Erica McDonald, Davide Monteleone, Krisanne Johnson, Amy Touchette, Amy Stein. Negli Stati Uniti lavora ad un progetto dal titolo Far from Home, un’indagine introspettiva sul vivere quotidiano della grande metropoli americana. Nel 2012 inizia un rapporto di collaborazione con l’agenzia fotografica Atlantide PhotoTravel, che lo rappresenta all’interno del mercato in importanti agenzie di stock image (Corbis, Getty Images). Nel 2013 arrivano importanti riconoscimenti per il progetto Finché Morte non ci Separi, con una Menzione d’Onore al Ragusa Foto Festival, e la selezione tra i finalisti del Kolga Photo 2013 di Tblisi (Georgia) dove il progetto sarà esposto e inserito nel catalogo del festival. La ricerca attualmente converge sempre più su una fotografia che non sia solo documento, ma occasione d’introspezione di ricerca personale. Da qui prendono vita alcuni dei lavori più recenti, quali Nel Nome del Padre e del Figlio e Because I’m Living in Florence.

Born in Catania, Giuseppe Marano discovers photography at the beginning of the university studies, at the end of which he starts to spend his time entirely for photography.After years of research and experience he start his reportagistic career where he can express his sensitivity.After have got many awards in many photographic competitions, among which some international ones (Fototalentos’09,Fotocofrade’09) , his works start to impress art dealers and he started to collaborate with them. It took him to display and sell his works in Italy and Spain.In 2011 he starts an important dispatch with the foundation Fiumara d’Arte, intended to create the image museum in Librino (CT), in which are involved over 30.000 people all over Catania and it includes a partnership with National Geographic Italy.In 2011 too, he won a scolarship by ‘Spazio Labò’ to realize a photographic project in New York. Here he was able to grow up and compare his self with the American reality and know very important photographers such as Andrew Sullivan, Erica McDonald, Davide Monteleone, Krisanne Johnson, Amy Touchette, Amy Stein. In the USA he works on a project called ‘Far from home’, an introspective research about the daily-routine of the Big Apple.In 2012 he starts a dispatch with the photographic agency ‘Atlantide PhotoTravel’, that represents him in some important stock image agencies (Corbis, Getty Images).


Contacts 

Schermata 2013-11-13 alle 22.14.32 +39 347 0718298

Schermata 2013-11-13 alle 22.14.26 info@giuseppemarano.com

Schermata 2013-11-13 alle 22.14.38   giuseppe.marano.50